Montaperto – Un Borgo incantato tra le colline di Agrigento

Montaperto – Un Borgo incantato tra le colline di Agrigento
Photo Credit: Lidia Mirabella di Montapero - Ag

Scritto da
Lillo Di Piazza

Montaperto, oggi quartiere di Agrigento, è un piccolo borgo arroccato su di una collina a 279 m. sul livello del mare ed è abitato da quasi 300 anime. I primi segni della presenza dell’uomo nel territorio di Montaperto risalgono al Neolitico. Fra le testimonianze di tale presenza abbiamo le numerose tombe a forno, chiamate in questo modo per l’apertura simile ai forni a legna. Queste tombe fanno parte di una tipologia funeraria maggiormente rappresentativa del Neolitico in Sicilia.

In queste necropoli sono state ritrovate ceramiche, oggi conservate presso il Museo Archeologico di Agrigento. Dell’Età del Rame, sono stati rinvenuti a Cozzo Busonè, presso Raffadali, dei ciottoli trattati ad incisione e dipinti. La presenza della necropoli fa supporre l’esistenza di villaggi abitati dai Sicani.

I Sicani, popolo di origine mediterranea, molto probabilmente provenivano dalla penisola iberica, dato che in Spagna vi è un fiume di nome Sicano. Furono la prima popolazione dell’isola di cui è possibile dimostrare l’esistenza. Secondo lo storico Tucidide, i Sicani, perseguitati dai Liguri, si rifugiarono in Sicilia circa 1500 anni prima di Cristo.

I Siculi, invece, vi arrivarono 300 anni prima della venuta dei Greci. Questi costrinsero i Sicani a stabilirsi nella zona occidentale, mentre loro si concentrarono nella zona orientale. Il fiume Imera, oggi chiama-to Salso, divenne una sorta di confine naturale tra Sicani e Siculi. A Montaperto non vi sono fonti e neanche testimonianze archeologiche del periodo Greco.

Del periodo romano, precisamente tardo antico, in contrada Cardiddi, lungo la strada per Fauma, il dottor Marco Falzone e la dottoressa Giusi Schirò, hanno ritrovato una necropoli con tombe ad arcosoli, monosomi e polisomi, senza pitture e tombe sub-divo del IV e V secolo d.C.

FONTE: Montaperto: Storia, Attualità e Prospettive Future – Marzo 2013

Per le foto si ringrazia Lidia Mirabella, amministratrice della pagina Montaperto – Ag su Facebook.

Potrebbe Interessarti

Commenta