Ex Collegio dei Filippini

Ex Collegio dei Filippini
Ex Collegio dei Filippini

L’ex Collegio di San Filippo Neri fu progettato da Simone Mancuso e costruito nel 1703 proprio nelle vicinanze della chiesa di S. Giuseppe….

L’ex Collegio di San Filippo Neri fu progettato da Simone Mancuso e costruito nel 1703 proprio nelle vicinanze della chiesa di S. Giuseppe. La sua peculiarità è l’atrio con un pozzo centrale.

L’edificio fu destinato a convento dei frati filippini. Dopo la soppressione dell’ordine, nel 1886 passò al comune. Nei primi del ‘900 ospitò l’istituto tecnico per geometri, mentre l’ala dell’edificio che dava sulla via bac bac, ospitava una scuola elementare. Negli ani ’70 il piano terra fu sede di alcuni uffici del comune, mentre il piano superiore fu abbandonato. Divenuto ormai fatiscente, il colleggio dei filippini rimase chuso per molto tempo, sino a quando un’accurata opera di restauro conservativo lo restituii alla

Oggi sede di diverse mostre permanenti e temporanee, sono presenti quadri del Giambecchina, LoJacono, Politi e Santella.

Le famose collezioni del Lojacono e del maestro Gianbecchina sono frutto di importanti donazioni, la prima da parte degli eredi del Sinatra, a suo tempo proprietario della stessa, la seconda da parte degli eredi dello stesso artista nativo della zona (Sambuca di Sicilia, 2 agosto 1909 – Palermo, 14 luglio 2001).

A questi capolavori si aggiungono i percorsi espositivi con le opere di Raffaello Politi e Tommaso Santella, interpreti della cultura figurativa dell’ ‘800 e ‘900: fra accademia e classicismo il primo e art nouveau il secondo.

Ottieni Indicazioni Stradali
Commenta